Miglior telecamera IP - THE-MAX

Vai ai contenuti

Menu principale:

Miglior telecamera IP

VIDEOSORVEGLIANZA

 
Parliamo di telecamere, in modo particolare di telecamere di rete, ovvero ip.



 
Spesso mi sento chiedere quale sia la miglior telecamera ip.
 
La risposta che mi sento di dare, non è riferita ad un modello ben preciso, ma ad un ragionamento su cui basare la propria scelta.

 
In base al progresso ed alla tecnologia raggiunta al momento, la miglior telecamera ip è quella con la maggior risoluzione possibile, e dotata di caratteristiche tecniche e strutturali che ne determinano qualità e standard operativo.
Ovviamente in rapporto al budget a disposizione per l'acquisto.

 
Molti fattori incidono sulle prestazioni di una telecamera, e la sola differenza significativa che distingue una telecamera analogica (ahd) da una di rete (ip), è che la risoluzione di quelle ip può spingersi oltre il limite dei 5 mega pixel raggiunti dalle telecamere ahd, fino ad oggi, al momento della stesura di questo articolo.
 
Per il resto non esiste nessuna altra differenza tra le due tecnologie da spingerci a valutare l'una oppure l'altra.
 
A meno che, naturalmente, non si intenda sfruttare un precedente impianto già cablato, per cui la scelta verrebbe veicolata automaticamente.

 
In realtà una lieve differenza sta nel fatto che una telecamera analogica trasmette sempre immagini in tempo reale, mentre una di rete subisce un ritardo, seppur minimo, praticamente inesistente con le moderne tecnologie e la velocita di connessione veloce sempre più diffusa. Questo ritardo (differita) è percepibile in modo alquanto vistoso anche su telecamere analogiche se non si dispone di una connessione costante e veloce.

 
I fattori che determinano una telecamera di qualità sono rappresentati dalla sua dotazione di bordo.
 
Per esempio la funzione WDR (Wide Dynamic Range) che serve a compensare la luce di fondo, rendendo visibile e ben definito un soggetto contro luce o in condizioni di luminosità critiche.

 
Il Blc che aiuta le riprese di soggetti posti in controluce.

 
La funzione antinebbia e il digital noise reduction, sempre utili a migliorare la resa qualitativa delle riprese.

 
Il filtro elettronico, che interviene a stabilizzare l'immagine ripresa.

 
Il doppio vetro frontale che migliora le immagini riducendo il riflesso.

 
Il black glass, ovvero il vetro esterno dell'obbiettivo, che permette un maggior rendimento dei led per la visione notturna, e pare attiri molto meno gli insetti.

 
Un'altra opzione molto utile è l'obiettivo varifocal, che in genere spazia tra i 2,5 mm ed i 12 mm, in modo da poter essere regolato a piacimento tra una visione grandangolare ed una a zoom.

 
Molte delle migliori telecamere sfruttano la modalità autofocus, ovvero la telecamera è in grado di regolare automaticamente la messa a fuoco dell'area ripresa, senza dover ricorrere alla vite a regolazione manuale.

 
Insomma, tirando le somme si può concludere affermando che una telecamera è di qualità se presenta fattori costruttivi e tecnologici che ne derterminano un valore aggiunto.



 
Ripeto, la risoluzione di una telecamera è importante, ma da sola rappresenta una prerogativa delle telecamere economiche.






















Nessun commento
Cod. 27981
Torna ai contenuti | Torna al menu