I segreti del BIOS - THE-MAX

Vai ai contenuti

Menu principale:

I segreti del BIOS

BIOS

IL BIOS
Tutti abbiamo sentito parlare una volta o l'altra del BIOS, ma cos' è? A cosa serve? Perchè è importante?
Bene, il BIOS (Basic Input Output System) sta alla "base" di ogni computer, cioè rappresenta le fondamenta su cui ogni computer è basato, infatti contiene le istruzioni affinchè il computer si avvii nel modo corretto, prima ancora che il sistema operativo si metta in moto.
Per accedere al BIOS da un qualunque computer, occorre, appena accesa la macchina, premere il tasto CANC sulla tastiera, oppure per alcuni computer portatili è necessario premere il tasto F1 oppure F2 a seconda della marca ed in genere compare l'indicazione di quale tasto premere sul monitor, appena avviato il computer, del tipo "Press F1 to run Setup" ed anche
"Press F12" per il boot menu.

Ma ripeto, solitamente per i computer moderni, siano essi Desktop o Notebook, occorre premere Canc.
Per i computer più datati, o come i Compaq, era F1, F2, oppure F10.

Una volta premuto il tasto di accesso al bios, ecco che compare una videata simile a questa, per computer con una scheda madre non proprio di ultima generazione:



Il bios è costituito da quattro o cinque pagine, (main, advanced, boot, security, tool, ecc.)

MAIN
è la pagina dove vengono riportati i dati della macchina, marca e tipo di processore (cpu), ram installata, data e ora, i dischi fissi ed unità DVD che abbiamo collegato, la lingua, ecc.. ed in genere non si modifica nulla da questa pagina.

ADVANCED
Rappresenta forse la pagina più importante in quanto vi risiedono le impostazioni riguardanti i dischi collegati, se IDE oppure SATA, la frequenza di clock della memoria RAM, l'abilitazione frontale o posteriore dell' audio HD, e altre cose.

Questa la schermata della pagina ADVANCED di una scheda madre recente.



BOOT
Questa sezione è forse la più utilizzata in quanto è dedicata all' avvio del sistema operativo o di altre periferiche e spesso abbiamo l'esigenza di entrarci per modificare la sequenza di avvio del computer.
Per esempio, normalmente è il disco con installato sopra il sistema operativo (qualunque esso sia, Windows o Linux) che deve necessariamente essere impostato come primo boot, altrimenti il computer non si avvierebbe, o meglio si accenderebbe ma non eseguirebbe Windows, e ci troveremmo con il monitor nero e la scritta no bootable device, oppure no boot device available.
Capita però che vogliamo che ad essere avviato (boot) per primo non sia il disco con su in sistema operativo, ma il dvd-rom, perchè vogliamo formattare l'hard disk e re-installare Windows, magari in un'altra versione, per cui occorre che il primo boot lo effettui il lettore DVD con inserito all'interno il dvd di reinstallazione.



Se dovessimo aver montato più di un lettore DVD è possibile specificare quale deve essere impostato per avviarsi per primo.
Spesso quando i computer sono nuovi, normalmente è impostato di default come avvio primario il lettore DVD, e come secondario il disco fisso (hard disk), in modo che, se è inserito un dvd nel lettore, si avvia questo, altrimenti quando il computer non legge la presenza di dvd fa partire automaticamente il sistema operativo sul disco fisso, essendo il boot secondario.
Questo comporta solamente un ritardo di pochi secondi dell'avvio del sistema operativo, in quanto il BIOS deve verificare la presenza o meno di un supporto dvd da avviare.



Delle varie voci nelle diverse schermate del BIOS, in condizioni normali di funzionamento, le uniche che vi interessano sono solo quelle relative al BOOT, essenziali per il corretto avvio del PC, mentre le altre sono spesso solo ottimizzazioni, come aumentare la velocità delle ventole, aumentare la frequenza delle RAM, ecc., salvo se dovessero incorrere problemi, tipo Windows che un bel giorno non si avvia, quindi occorre andare a verificare che il disco sia visto correttamente.
Alle impostazioni del BIOS vi si accede anche per OVERCLOCKARE il computer, alzando la frequenza di lavoro della CPU e delle memorie RAM, ove consentito, aumentando così le prestazioni.

Negli ultimi tempi il BIOS ha subito notevoli cambiamenti, si è arricchito di parecchie funzioni al fine di adeguarsi alla tecnologia dei componenti, sempre più all'avanguardia.
Per esempio sono state introdotte varie migliorie al fine di superare alcune limitazioni ormai necessarie, come l'introduzione del nuovo UEFI (Unified Extensible Firmware Interface), un'interfaccia firmware che permette anche di impostare l'avvio da dischi particolarmente capienti, utilizzando la modalità GPT che presenta delle novità rispetto al tradizionale MBR.
Tuttavia le macchine recenti dotate di UEFI possono decidere se utilizzarlo o se passare ancora al vecchio BIOS (Legacy).

Se doveste avere qualche problema e voleste chiedermi informazioni, scrivetemi tramite questo form, vi risponderò rapidamente.













BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica

Nessun commento
Cod. 35180
The-Max P.Iva 01662110335
Torna ai contenuti | Torna al menu