I CMS - THE-MAX

Vai ai contenuti

Menu principale:

I CMS

INTERNET

Chi non ha ancora sentito parlare dei CMS, in ambito di siti web?
vediamo cosa sono e cosa propongono.

Il termine CMS sta per Content Management System (sistema di gestione dei contenuti) ed è un particolare software per la completa realizzazione di siti web, il cui compito è di agevolare al massimo la costruzione e la gestione di tutti i contenuti delle varie pagine e sezioni del sito.
La peculiarità di un CMS sta nel fatto che è concepito per rendere possibile la creazione di un sito web, in tutte le sue sfaccettature, senza che sia richiesta alcuna conoscenza informatica o competenza tecnica di programmazione web, tipica del web master.
Tuttavia un minimo di dimestichezza per il suo utilizzo è consigliabile, in quanto la procedura di funzionamento può non essere del tutto intuitiva.

Alcuni CMS
Chi non ha mai sentito nominare almeno una volta Wordpress? oppure Joomla? o ancora Drupal, Magento e così via?
Questi sono alcuni tra i CMS più famosi ed utilizzati per la realizzazione di siti web.


DRUPAL       

 

Con l'avvento dei CMS lo sviluppo dei siti web ha subito un forte incremento, dato che molti utenti, pur non essendo competenti nel settore, si sono improvvisati webmaster ed hanno provveduto personalmente alla realizzazione di un proprio sito web, personale o aziendale.


Pagina back end di Wordpress

L'utilizzo dei CMS non è prerogativa solo dell'utente medio, ma praticamente tutte le web agency li utilizzano per realizzare siti che poi i loro clienti gestiranno indipendentemente, tramite un interfaccia lato server dove è possibile intervenire sui contenuti delle singole pagine.

Esistono CMS specializzati per determinati utilizzi, come forum e blog, oppure per lo sviluppo di siti e-commerce, adibiti alla vendita di prodotti online.


I CMS includono sempre più funzioni avanzate

Tecnicamente un CMS si presenta con una normale interfaccia web dove è possibile visualizzare e scorrere i vari contenuti delle pagine, ed un lato amministrativo (back end) a cui l'amministratore del sito può accedere mediante delle credenziali, da cui può eseguire modifiche sui contenuti delle varie sezioni, come inserire o eliminare immagini, creare link, modificare testo, ecc..

Un CMS fa generalmente uso di un database MySql, nella quale memorizza tutti i dati e le operazioni relative al sito web.

Come si installa ed utilizza un CMS
Una volta stabilito quale sia il CMS più adatto alle nostre esigenze, occorre affidarsi ad un servizio di hosting sul quale appoggiarci.
Ne esistono molti in rete, persino alcuni gratuiti, come Altervista o Ilbello.com, anche se questa scelta inciderà sulle risorse del sito, e sul nome stesso del dominio.

Molti hosting tra le varie opzioni messe a disposizione dell'utente, includono anche diverse applicazioni CMS, per cui qualunque hosting decidiate di scegliere,
probabilmente avrete già a disposizione il CMS che fa per voi, senza necessità di scaricarlo e di caricarlo successivamente sul vostro spazio web, in quanto già incluso; occorre solo procedere alla sua configurazione e all'inserimento dei dati richiesti in fase di installazione.


Esempio di pannello di controllo di un hosting, con la sezione dedicata ai CMS

Esistono due strade per installare un cms: o tramite il pannello di controllo del vostro hosting (figura sopra), oppure scaricare l'intero pacchetto di installazione, e caricarlo manualmente sul vostro spazio web tramite un motore ftp esterno.

Per scaricare un'applicazione cms, qualunque essa sia, occorre recarsi sul suo sito ufficiale e provvedere al download. Dopo di che occorre estrarre i file compressi appena scaricati. Infine si devono caricare tutti questi file online sul proprio spazio web, utilizzando un programma esterno (ftp) come per esempio Filezilla:


Una volta caricato tutto online nella cartella indicata dal vostro hosting, si provvede all'installazione del cms, recandosi online sulla sua pagina di installazione.


Chiaramente avvalendosi di un software come un CMS per la creazione di un sito, saremo vincolati, strutturalmente, dalle proprietà messe a disposizione dal software, e dovremo attenerci a precisi standard di impaginazione preimpostati.

Potremo intervenire modificando i contenuti come testi, immagini e colori, ma non ci sarà possibile interferire con la struttura grafica delle pagine e dei menù.

I CMS più diffusi sono supportati da grandi community, ovvero dei forum online con la quale è possibile interagire per ricevere e dare aiuto, condividere opinioni e consigli, grazie ad altri utenti che mettono la loro esperienza a disposizione del prossimo.

CMS come Wordpress per esempio offrono una vastissima quantità di template ed altri pacchetti aggiuntivi che permettono una ulteriore personalizzazione del sito, soprattutto in termini grafici.

Vorrei fare una precisione riguardo all'uso dei CMS:
Creare un sito web e caricarlo fisicamente su internet rendendolo operativo, costituisce in realtà solo una piccola parte dell'insieme.
Sia che venga impiegato un CMS oppure che venga implementato in modo più professionale e flessibile, un sito web è inutile se non viene incluso nelle query di ricerca dei motori, e questa riflessione, solitamente sottovalutata o addirittura ignorata nei siti fai da te, costituisce un aspetto importantissimo.

Un CMS non può sostituire un web master, nemmeno se quest'ultimo li utilizza per svolgere il proprio lavoro commissionato dal cliente.

Per essere professionale e rispondere pienamente ai criteri di ricerca dei vari motori, Google in primis, un sito web deve essere strutturato fin dall'inizio del suo sviluppo secondo precisi criteri, seguendo tutti i crismi necessari affinchè venga considerato un sito di qualità che risponda alle esigenze degli utenti.

Se un sito piace agli utenti, piace anche a Google. Questa è la filosofia.


  











Nessun commento
BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Cod. 27930
Torna ai contenuti | Torna al menu