Come estendere una partizione - THE-MAX

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come estendere una partizione

WINDOWS

l'hard disk è un componente fondamentale di un computer perchè rappresenta la quantità di spazio in cui archiviare tutti i dati del pc.



Il sistema operativo, che già di suo occupa diversi gigabyte di spazio, risiede solitamente nell'unità C:, e questa può costituire l'intera capienza del disco, oppure solo una partizione all'interno dello stesso.

Va da sè che se abbiamo installato un solo disco fisso, che corrisponde all'unità C:, e ci troviamo nella situazione di essere saturi ed aver esaurito lo spazio a disposizione, non possiamo fare altro che aggiungere un secondo disco fisso, oppure sostituire il nostro con uno di capacità maggiore.

In quei casi in cui il disco è suddiviso in due o più parti è possibile ridurre od estendere le varie partizioni, a patto che vi siano le condizioni adeguate.

Quando devo intervenire su di un computer perchè mi dicono che il disco C: è pieno, per prima cosa verifico la capacità del disco installato e delle eventuali partizioni esistenti, e nel caso, tento di ridurre la partizione secondaria, per poi estendere quella di sistema (C:).
Chiaramente il volume totale del disco quello è, e quello rimane, è possibile agire sulle partizioni in esso contenute, riducendone magari una per poter estendere l'altra, ed è proprio questo che andremo a vedere.



Prima di tentare con software esterni, consiglio di provare ad estendere una partizione tramite il pannello di conrollo di Windows, precisamente nella sezione  "Sistema e sicurezza", "Gestione computer" e "Gestione disco":

Più semplice arrivarci premendo il tasto destro sull'icona "Computer" (o "Questo pc" in Windows 10), e selezionare la voce "Gestione":




Poi selezioniamo "Gestione disco":

 

In questa finestra vengono mostrate tutte le periferiche di sistema collegate compresi gli hard disk con in evidenza, eventuali partizioni:



Nel caso sopra raffigurato si dispone di due hard disk, il numero 4, denominato volume K, rappresentato da un unico disco da 1 TB di capienza, e dal disco numero 5 suddiviso in più partizioni.
Volendo agire su quest'ultimo disco, non avendo più spazio disponibile per poter estendere una partizone, possiamo solo ridurne una, per poi eventualmente estendere quella adiacente:


Per esempio, cliccando con il consueto tasto destro del mouse sopra all'unità B, e selezionando la voce "Riduci volume", possiamo appunto ridimensionare la partizione B di quanto vogliamo.
Successivamente, dopo aver ridotto le dimensioni della partizione B, possiamo procedere allo stesso modo estendendo la partizione adiacente, nel nostro caso la C, poichè quella piccola posta nel mezzo da 481 MB consiste in uno spazio proprietario, destinato dal sistema operativo.

Se questa operazione, per diversi motivi legati al sistema operativo non vi è possibile, allora, per evitare di formattare e reinstallare tutto, occorre utilizzare degli appositi software, concepiti appunto per lavorare sulle partizioni dei pc. Vediamone alcuni:

Da tecnico informatico devo prima fare una premessa:
Lavorare sulle partizioni, rappresenta un argomento tanto importante quanto delicato e nonostante le buone aspettative, non sempre l'operazione volge a buon fine, e a volte faticheremo a riuscire nell'intento.
Anche utilizzando specifici software, potremmo incorrere in problemi di varia natura che non ci consentiranno di intervenire facilmente sulla partizione. E quì entra in gioco la pratica e l'esperienza.
L'importante è non demordere e tentare un'altra strada per tentare di risolvere la situazione.

Questo programma è stato creato e sviluppato per gestire le partizioni, e consente di operare modifiche su di esse, spesso con conseguenze irreversibili.
Per cui consiglio sempre di creare una copia di backuppreventiva e/o di salvarsi i file e le cartelle importanti su un supporto esterno, come un disco o una pendrive.

Altro famosissimo software per intervenire sulle partizioni, Partition Magic è un collaudato prodotto che permette di agire sulle partizioni, con diverse utility che consentono di riparare eventuali settori danneggiati del disco.


Esistono altri software preposti a tali operazioni, ma li vedremo nello specifico in altri articoli. Ora non mi dilungo spiegando il loro utilizzo nel dettaglio, ma si tratta comunque di software abbastanza semplici e con un'interfaccia chiara e comprensibile.











Nessun commento
BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica
Cod. 28080
Torna ai contenuti | Torna al menu