Cloud cos'è e come funziona - THE-MAX

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cloud cos'è e come funziona

INTERNET

Certamente tutti o quasi ormai abbiamo sentito la parola cloud, ma sappiamo esattamente cosa significa?

Un cloud, rappresentato spesso da un icona a forma di nuvola (infatti cloud significa nuvola), è un servizio per memorizzare i nostri dati online.

Sempre più utenti, sia come privati che per uso professionale preferiscono salvare le loro cartelle di dati direttament eonline, invece che sul classico disco usb esterno o pendrive, in quanto lo ritengono più sicuro.

Come facciamo a salvare i nostri dati su un cloud?
Per prima cosa occorre trovare un cloud a cui affidarci, ovviamente.

Il salvataggio di dati online è offerto dai vari servizi di hosting (fornitori di domini per siti web), o da altri espressamente dedicati al solo cloud, e ne esistono anche di gratuiti.
Salvare dati su cloud significa in sostanza salvare i dati su un disco (ovviamente) gestito da altri mediante dei capienti e potenti server, ma invece che inviarli tramite un programma ftp (esempio filezilla) si salvano direttamente su di un sito web dedicato.
Oggi l'accesso a internet è consentito praticamente in ogni luogo, ed è possibile accedervi da pc, smartphone, tablet, strumenti sempre più diffusi che consentono di interagire con il web.
Per questo motivo sono nati i cloud, per permettere alla gente di poter accedere ai propri dati ovunque ci troviamo, non necessariamente a casa o in ufficio.

Abbiamo i dati sempre a disposizione ovunque ci troviamo, basta accedervi online tramite pc o smartphone.

Un altro vantaggio è che salvando tutto online possiamo "centralizzare" i nostri dati, permettendo agli autorizzati di aprire ed utilizzare sempre lo stesso file in comune, senza ritrovarci poi con copie aggiornate e non, dello stesso file.



Per utilizzare un cloud dove salvare i nostri dati, è necessaria una certa potenza di banda, fornita dal nostro abbonamento fibra.
Più mega abbiamo a dosposizione e meglio è.
I cloud gratuiti, ovviamente non avranno caratteristiche analoghe a quelli a pagamento, più potenti, veloci, e affidabili, ma se ci si accontenta funzionano bene anche loro. la differenza più evidente è la mole dei dati da salvare.
Se abbiamo solo pochi file, i cloud gratuiti svolgono egregiamente il loro lavoro, ma se abbiamo decine e decine di giga di dati, allora faremmo meglio a rivolgerci ad un servizio professionale.


Cloud gratuiti:
I cloud gratuiti più noti sono onedrive (di Microsoft), Google drive (Google), Dropbox e altri, come Mega, ecc..

consente un archiviazione massima di soli 2 GB  -  (1000 GB a 9,99 € al mese)


offre uno spazio di archiviazione più generoso: 15 GB


consente di archiviare dati in uno spazio di 5 GB  -  (50 GB a 2 € al mese  -  1000 GB a 7 € al mese o 69 € annui  -  5000 GB a 10 €al mese o 99 €annui)

ottimo servizio di cloud, offre 50 GB di spazio  -  (200 GB a 4,99 € al mese  -  1000 GB a 9,99 € al mese  -  4000 GB a 19,99 € al mese  -  8000 GB 29,99 € al mese)


Il cloud di Apple, che mette a disposizione 5 GB di spazio gratuito, con possibilità di upgrade a pagamento.



Come dicevo sopra, questi sono i principali servizi di cloud storage che, anche gratuitamente, entro i limiti esposti, offrono uno spazio di storage su cui appoggiarsi, ma naturalmente ne esistono molti altri professionali che svolgono lo stesso servizio di archiviazione, oltre al classico spazio hosting destinato ai siti web.

Un aspetto non trascurabile da non sottovalutare è ovviamente la sicurezza dei dati.
Molti cloud storager, e gli altri si stanno adeguando, utilizzano un sistema di criptatura dei dati; il più evoluto al momendo è il cosi detto "End to end" il quale assicura il massimo livello di sicurezza.
Funziona mediante una chiave derivata da informazioni contenute su dispositivi personali, di cui solo l'utente è a conoscenza.
Niente di più o di meno del sistema utilizzato dalle banche online.

Inoltre l'accesso può essere garantito grazie ad un'autenticazione a due fattori, Password e codice di verifica e si può accedere solo dai dispositivi riconosciuti e registrati dall'utente stesso.

Va da se che utilizzando un servizio di cloud storage la privacy va tenuta in seria considerazione, infatti rappresenta uno dei punti fondamentali su cui i cloud storage si stanno concentrando.










 
BORACINO
I prezzi più bassi del web
Videosorveglianza
 Elettronica

Nessun commento
Cod. 28098
Torna ai contenuti | Torna al menu